La ringrazio per il disturbo

Impiego almeno un’ora al giorno per rispondere alle email che mi mandano gli studenti. Non mi dispiace. Almeno non quando quest’occasionale corrispondenza riserva bizzarri refusi, stranianti lapsus verbali, surreali formule interlocutorie, non sense, polisemie, paradossi linguistici che farebbero il pari con quelli della famosa lettera dei fratelli Caponi, interpretati da Totò e Peppino De Filippo.

Mi guardo bene dal farne un’analisi retorica, ma una loro semplice crestomazia basta e avanza per fornire un saggio di quanto possa essere creativa (e sbrigativa) la comunicazione al tempo (troppo) veloce di Internet.

  • Gentile professore appartenente al corso M-Z di letteratura italiana tenuto due anni fa dalla professoressa ****, le volevo chiedere se, dato che da quest’anno è lei a detenere il mio corso, fosse possibile sostenere l’esame con Lei, ed in caso di consenso volevo essere indicati i moduli e le parti specifiche del suo programma che dovrei portare per 7CFU.
  • Buongiorno Professore… l’ho intravista oggi accompagnando un mio amico che doveva dare l’esame con lei …mi ha fatto venire apposta anche se oggi nn avevo lezione da seguire ma all’ultimo  momento nn se l’è sentita…(è stato rimandato tre volte). E’ stato inutile dirgli che la figuraccia l’avrebbe fatta solo con me che tanto lo so che è ciucco e che  quindi la mia considerazione nei suoi confronti nn poteva peggiorare ma nn c’è stato nulla  da fare! Mi ha offerto la colazione x avermi fatto fare la levataccia x nulla e mi ha accompagnato anche alla stazione (senza lamentarsi come fa di solito!) A parte le prefazione le scrivo x prenotarmi con lei il prossimo anno….sembro anch’io una ciucca fuori corso ma mi sono iscritta quest’anno e la sua materia dovrò seguirla l’anno prossimo ma si prenda un appunto… io sarei con la t ma sono sicura che francesco nn se la darà neanche a gennaio la sua materia a meno che,cosa improbabile, nn mi metta a farlo ripassare io..se cambio con lei almeno segue le lezione con me e ci presentiamo insieme all’esame….(sono ragazzi..che dobbiamo fare?) ho sentito oggi che 2 ragazze le richiedevano il cambio…a metà semestre giustamente lei si è stizzito…io però gioco di anticipo….
  • Gentile
    Sono un ragazzo di 24 anni di **** che lavora come operaio in un industria, volevo sapere se era possibile riguardo al corso di laurea In Scienze della Comunicazione, delle informazioni o dei consigli, visto l’impegno lavorativo in turni se mi era possibile svolgere le due attività, se ci sono lezioni con obbligo di frequenza e se posso riuscire da solo a studiare senza il bisogno di ascoltare le lezioni, io non so come funziona l’università, ma questo mondo mi affascina, secondo lei ne vale la pena iniziare??? è un impegno difficile da prendere? quali sono gli sbocchi professionali con questa laurea??? bisogna fare stage all’estero??? si può lavorare anche nel turismo?? In attesa di vostra risposta la ringrazio per l’attenzione e le porgo i miei più cordiali saluti.
  • salve mi chiamo ***** sono diplomato ho un diploma di agrotecnico e vorrei iscrivermi all’università in scienze della comunicazione perché ho la passione nel mondo dello spettacolo e faccio delle cose in quel campo e vorrei fare, professionalmente un lavoro nel campo della tv, radio musica cinema teatro eccc quindi ho notato che la facoltà più idonea per questo sbocco sia scienze della comunicazione. adesso vorrei sapere se ancora posso iscrivermi e quanto costano le spese universitarie per intraprendere gli studi? vorrei sapere inoltre se posso studiare on line scaricare libri in digitale per risparmiare nelle spese? e se avendo problemi economici posso essere aiutato? fatemi sapere grazie?
  • Gentile professore,
    Le scrivo per porle una domanda che molto probabilmente avrà già sentito.
    Ma mai tante risposte trapelarono da una sola questione, moltiplicandosi nelle più svariate forme e sembianze. Indi per cui la contatto “personalmente” (se così può definirsi una connessione a banda larga).
  • Prendo sputo dalla sua lezione.
  • Perché io sono una persona con i piedi sulle spalle.
  • La mia è una mamma chiocciola.
  • Non ho studiato abbastanza è vero. È inutile piangere sul latte macchiato.
  • Ho evitato per non dare èdito a discussioni.
  • L’osservazione della mia collega è stata la ciliegina che ha fatto traboccare il vaso.
  • Ora, non vorrei fare il capo ispiratore della situazione.
  • Ho già svolto la prova d’itinere…
  • Professore, sono ritardato. Posso ancora iscrivermi?
  • Sono uno studente lavoratore anche se ho un’occupazione apartheid.
  • Professore, ho comprato le tragedie di Seneca e mi sono accorto che ci sono errori di stampa: le pagine di sinistra sono in latino e quelle di destra in italiano! Tutte le copie sono combinate così, come facciamo?
  • Professore, nelle note al testo ricorre sempre Idem…io ho cercato in biblioteca le opere di questo Idem, ma non ho trovato niente!
  • Penso che l’autore abbia sodomizzato il concetto.
  • E’ la legge del contrabbasso.
  • Mi perdoni questa lunga disgressione.
  • Se potrei vorrei fare la tesi con lei.
  • Vorrei ringraziarla per l’abdicazione che mette nel suo lavoro.
  • La ringrazio per il disturbo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...