Nuovo kit di frasi fatte di primo soccorso per sceneggiatori in crisi d’idee

Prima o poi ti troverai con un pugno di mosche in mano.

Non alzare la voce così con me, non lo permetto a nessuno.

Obiezione, vostro Onore. – Accolta.

Siediti e parliamone.

Non crederai alle mie parole, ma ai tuoi occhi devi credere.

Ed ora scusami, ma ho un cliente [o un paziente] che mi aspetta.

Ciao, papà. – Ciao, piccola.

Io vado. C’è del cibo in frigo.

Non saprò mai come ringraziarti.

E quando riparti? Non so, tra qualche giorno.

Ti ammazzerò come un cane.

Segua quella macchina.

Sono molto stanca. Vado a dormire.

Sono sporca, sporca fino in fondo. Lo vuoi capire?

Non sono stato io. Devi credermi sulla parola.

Non ci vedo chiaro in questa faccenda.

Te lo [dico] chiedo per l’ultima volta. Apri bene le orecchie.

Ma che razza di uomini siete?

Vaffanculo.